sabato 11 maggio 2013

you're tripping

Bè, ieri data annuale dei Queers alla Skaletta.
Ricordo che 4 anni fa, appena mi ero messo con la Sara, non eravamo andati a vedere i Queers, e la Sara era dispiaciutissima, dicendo “non li vedrò mai”. Si diceva che fosse l'ultimo loro tour. Sì, vabbè, e infatti era l'ennesimo ultimo tour. Ieri Skaletta Rock Club, che come ho detto ottomila volte è un posto che mi sempre piacere andarci. Nonostante gli spezzini non capiscano un belino perchè non vengono mai a concertini a Genova, e non perchè ce li hanno pure loro, perchè mi riferisco a date di gruppi che passano per Genova e NON per Spezia. Polemica sul fatto che muovono il culo fuori dalla loro città solo se suonano i Manges. Olè con la polemica. Comunque, detto questo, alla Skaletta mi sento sempre bene. Gran posto, bella gente. Mi sono mancate davvero tanto la Irene e la Valeria ieri sera: senza di loro la Skaletta non è la stessa, per niente.
Vabbè, i Queers. Cosa volete che vi dica? I Queers sono Joe Queer più gente che suona con lui, questa volta al basso c'era Massimo dei Manges, e alla batteria un ragazzo mai visto prima, che per quanto me ne capisco mi è sembrato decisamente bravo a suonare. I Queers fanno i pezzi di Queers, e nonostante questa sia stata la volta una delle volte che mi son piaciuti meno in assoluto... ragazzi, i Queers fanno i pezzi dei Queers, punto e basta. Una delle bands che han segnato la mia esistenza. E che continuano a farlo.
Ad aprire la serata c'erano gli Accelerators. Mi piaceva il primo disco e i 7”. Secondo disco “Fuel for the fire” che proprio m'ha lasciato con il pisello mollo: han perso di tiro, e quello, a parer mio, era il loro punto forte. Pure dal vivo m'eran decisamente piaciuti di più l'altra volta che li avevo visti, che era tipo 5 anni fa, sempre alla Skaletta. Vabbè, avevano un chitarrista veramente maffo stavolta, con chitarra altissima, belin mi sembrava proprio un maffo. Comunque gli Accelerators rimangono un buon gruppo punk rock. Il cantante è troppo pelato però.
Oh, parlando di cose serie. Ieri sera super formazione e solita invasione genovese. In macchina con me e la Sara pure Matte Furia, ritornato sulle scene dalla notte dei tempi, e poi un ottimo Sechi. Ci presentiamo per le 21:15-20 sotto casa della Sara che ci mette tipo troppo a scendere. Tiro fuori dal bagagliaio 3 onestissime Grafenwalder che i miei ospiti si sorseggeranno durante il tragitto. Arriviamo alla Skaletta che ci sono già Miky, Massi e la Simona. E pure Simone il cugino di Matteino, lì da solo. WEIRD. Poi arrivano Billo e tutta la banda di Rapallo. Bella bolgiona di ignorantoni, considerando che ci sono pure 2 Tinkees. Smette di piovere e ci godiamo la serata che inizia tardissimo. I Queers iniziano a suonare all'una. !!!!!!!! dai, non esiste. Non capirò mai questa politica italiana di iniziare i concerti a notte fonda. Forse si aspettava che arrivasse gente. (?) ma quale gente, tanto la gente che doveva esserci era già arrivata da un pezzo, e da Spezia c'è sempre meno gente. (Polemica part two). Che peccato. Alla fine la scena spezzina è più sparuta di quella genovese. Solo che la Skaletta, giustamente, c'ha sempre il suo fascino e la sua fama e il suo richiamo etc etc etc e ai concerti in un modo o nell'altro c'è sempre gente. Non troppa come mi aspettavo. Che peccato. Ma sono discorsi vecchi e obiettivamente chi se ne frega.
Son tornato a casa tra un pit-stop e un altro alle 4:30 o giù di lì. Belin.
Oh, oggi ho sentito Billy Bubblegum. Mi diceva che sul blog di Massoneria Ramonica li hanno di brutto insultati nei commenti alla recensione al loro disco. Belin ma che gente, ce n'avete voglia eh. Siete i Tosatti del punk rock: sempre a sindacare e a parlare dall'alto dei vostri pulpiti, ma non siete nessuno quanto me. Almeno apritevi un blog per sparare cazzate tipo questo o altri, non che sfogate le vostre menate sui blog degli altri. Che poi, voglio dire, siete tutto il tempo su internet? Belin, ma guardatevi dei pornazzi! Xvideos.com è un ottimo sito.

1 commento: